Astor Piazzolla


Biografia

(11 marzo 1921 - 4 luglio 1992)

Nato a Mar del Plata, non lontano da Buenos Aires, il futuro maestro del nuevo tango trascorre l'infanzia e parte dell'adolescenza a New York, dove impara a suonare il bandoneon. Tornato in Argentina, studia composizione con Alberto Ginastera e, nel 1946, dà vita alla sua prima orchestra.

Tra gli anni Cinquanta e Sessanta prende forma il suo originale stile compositivo, influenzato in larga parte dalla tradizione popolare argentina ma fondato sull'idea nuova che il tango possa rivelarsi, oltre che un ballo appassionato, anche musica di puro ascolto. A dimostrare questo assunto basteranno le sue creazioni: dai Cinco Piezas a Libertango (registrato nel 1972, presso gli studi Curci di Milano), passando per Aconcagua, celebre concerto per bandoeon e orchestra, Le Grand Tango e Tango Suite.

Nel catalogo Curci, ora arricchito dal repertorio Bèrben, è possibile trovare alcuni dei più importanti titoli piazzolliani, sia nelle versioni originali del compositore che in brillanti arrangiamenti per ensemble da camera o strumento solista e orchestra sinfonica.

Al crocevia tra musica popolare, colta e jazz, con uno spirito diviso tra l'America e il Vecchio Mondo (per un breve periodo è allievo di Nadia Boulanger a Parigi, e tornerà più volte in Europa per via della sua intensa attività concertistica e discografica), Piazzolla è oggi annoverato fra i più importanti e innovativi compositori del Novecento, e resta certamente uno dei più amati ed eseguiti in tutto il mondo.

Muore a Buenos Aires nel 1992.


Opere